Depositata la prima proposta di legge regionale sulla famiglia. Un testo unico, faro per le politiche regionali

0
162

Sono orgoglioso di poter dire di aver contribuito in modo determinante alla scrittura e presentazione della proposta di legge sulla famiglia (n.385 del 2/12/2016) . Era un impegno che avevo preso in campagna elettorale. La Regione Sardegna è tuttora sprovvista di una legge organica sulla famiglia e, sebbene in passato siano stati diversi i tentativi di redigere delle proposte in merito, è la prima volta che su questa materia viene presentato un testo sottoscritto dai diversi gruppi consiliari.

La proposta è nata dall’analisi dei testi depositati e giacenti delle ultime due legislature, dai quali abbiamo estrapolato alcuni punti in comune. In questo modo siamo riusciti a costruire una proposta che ha l’ambizione di essere un testo unico, mettendo ordine a tutte le normative già esistenti in materia di famiglia e recependo anche la normativa nazionale sulle unioni civili.

Con questa legge la Regione pone la famiglia al centro delle sue politiche e dovrà considerarla come perno intorno al quale incardinare tutte le altre. Nello specifico, la proposta prevede il rafforzamento della rete di servizi di accompagnamento, l’orientamento e l’assistenza mediante un insieme organico di provvedimenti a sostegno delle famiglie. Si pone attenzione particolare alle giovani coppie che stanno nascendo, alle famiglie che si trovano in stato di necessità materiale ed economica, con bisogni speciali dovuti alla presenza di malati da assistere o in stato di crisi derivante da separazioni e divorzi; sono previste, inoltre, azioni mirate alla conciliazione della vita familiare e del lavoro.

Sono orgoglioso di questo testo e del risultato raggiunto sin qui, ma ora dobbiamo lavorare per farlo diventare legge.