Doppia preferenza di genere: un risultato storico della legislatura di centrosinistra

0
84

Il 21 novembre scorso è stata approvato l’inserimento del principio della doppia preferenza di genere nella legge elettorale statutaria. Alle prossime elezioni regionali, quindi, i sardi potranno esprimere due preferenze, la seconda di genere diverso dalla prima. Si tratta di un risultato storico di questa legislatura.

Chi in passato ha provato ad introdurla ha fallito e la Regione Sardegna era una delle poche regioni rimaste a non avere questo strumento di garanzia. Sono uno di quelli che l’ha sostenuta e l’ha votata, in sintonia con il mio partito, il Pd, con il Gruppo Consiliare e soprattutto con i miei convincimenti personali.

Purtroppo la doppia preferenza di genere non garantisce che le donne entrino in Consiglio regionale in numero maggiore a quello attuale, ovvero quattro, però è sicuramente un passo avanti e sono convinto che la politica dei piccoli passi pagherà.