La Sardegna al voto : incontro tra candidati consiglieri

0
238

Incontro elettorale tra candidati consiglieri

A poche settimane ormai dall’appuntamento con gli elettori per il rinnovo del Consiglio Regionale e per eleggere il Presidente della Regione, mercoledì 6 febbraio ho preso parte a un dibattito con altri due candidati consiglieri appartenenti ad altre forze politiche. Il dibattito si è tenuto presso la sede degli ex allievi dei Salesiani di Cagliari ed è stata occasione di confronto con gli elettori presenti. Ho spiegato le ragioni dell’appoggio della coalizione del centro sinistra a Massimo Zedda. Credo che tutti concordiamo sui risultati del suo operato nel ruolo di Sindaco di Cagliari in termini di crescita, sviluppo ma anche prestigio culturale e turistico acquisito in seguito all’azione dei suoi due mandati da Sindaco della città metropolitana. Ecco, credo che questo modello di amministrazione comunale possa essere traslato alla Regione per raggiugere un grado di sviluppo e crescita che la nostra Isola e i sardi meritano. Ci siamo confrontati con gli altri candidati anche su questioni di importanza preminente per raggiungere il grado di sviluppo auspicato per la Sardegna e per cui sono state in parte poste le basi nel corso della scorsa legislatura: trasporti, sanità ma anche l’Agenzia Regionale delle Entrate, divenuta operativa durante la scorsa legislatura nel 2018, passo molto importante che punta al riversamento diretto nelle casse regionali dei tributi erariali compartecipati. Ho avuto anche il piacere di rispondere ad una bella domanda: ”Quale sarebbe la prima proposta di legge che vorresti venisse approvata nella nuova legislatura”? Per me è stato facile rispondere senza indugio alcuno. Per me il mio primo impegno in politica ha ad oggetto le famiglie, in particolar modo quelle numerose. Già con altri consiglieri anche di altre forze politiche abbiamo costituito un intergruppo fra rappresentati di tutto il Consiglio durante la scorsa legislatura. Abbiamo consultato le leggi sulla famiglia, scritte da tutte le forze poltiche delle scorse legislature creando un testo unico che andasse bene a tutti i partiti che è stato poi firmato da tutti i rappresentati ed è stato depositato. Perchè la Regione Sardegna è l’unica regione priva di legge organica sulla famiglia. Ecco, se verrò riconfermato consigliere partirò da questo bellissimo progetto che mi sta molto a cuore, perchè la mia esperienza non nasce dalla politica ma dalla vita in associazione, sempre a contatto con tematiche educative e sociali.